Neoporteria paucicostata viridis

Le Neoporteria sono piccoli cactus sferici che crescono ad alta quota lungo la catena delle Ande. Più che un genere a sé stante, andrebbe considerato un sottogenere delle Eriosyce.

La forma del fusto può diventare cilindrica con la crescita; a volte presenta delle costolature verticali, più spesso dei tubercoli simili a quelli delle Mammillaria.

I fiori sono grandi, simili a margherite dal rosa sfumato al rosso acceso; crescono sulla sommità della pianta.

ESPOSIZIONE:Evitare il sole diretto preferendo posizioni molto luminose ma con sole filtrato, sia in serra che all’aperto.
TEMPERATURA:Mantenere la pianta di qualche grado sopra lo O°C. In inverno, ripararla in modo opportuno oppure ricoverarla al chiuso; proteggere la pianta dall’umidità.
INNAFFIATURE:Le singole annaffiature devono essere abbondanti ma rade durante il periodo vegetativo (primavera ed estate). Sospenderle del tutto in inverno.
TERRENO:Le Neoporteria crescono bene in terreni poveri e molto sabbiosi e drenanti. Utilizzate un terreno standard per cactacee con, eventualmente, l’aggiunta di un po’ di sabbia.
CONCIMAZIONE:Aggiungere mensilmente un concime liquido con poco azoto alle innaffiature durante il periodo estivo primaverile.
RINVASO:Essendo cactus di piccole dimensioni, raramente hanno necessità di rinvaso.
RIPRODUZIONE:Le Neoporteria si riproducono per semina. Raramente emettono polloni, ma in quei casi possono essere utilizzati come talea.

Condividi la passione!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento